groom

Roma Sposa: la fiera più amata dai futuri sposi!

Unica edizione, dal 3 al 6 ottobre 2019, per scoprire insieme tutte le nuove tendenze del wedding e della moda sposa, sposo e cerimonia. Fra i brand presenti in salone, non poteva mancare Maria Laurenza Moda & Sposa, con tante nuove idee e ispirazioni per spose incantevoli.

Roma Sposa è la mostra di settore più importante d’Italia. Si rivolge ad un target attento ed esigente e presenta al grande pubblico la più vasta e aggiornata panoramica sul mondo del wedding. Vintage, fiabesco, tattoo, quale abito scegliere per il giorno più importante?

Per futuri sposi e invitati, Roma Sposa 2019, edizione autunnale, è l’occasione ideale per scegliere il look perfetto per un evento speciale.

Si accenderanno i riflettori su favolose sfilate ed eventi spettacolari, capaci di rendere Roma Sposa un’esperienza preziosa e indimenticabile. Moltissimi i brand che troveremo in salone, con proposte per la sposa, lo sposo e da cerimonia: fra questi, non poteva mancare Maria Laurenza Moda & Sposa!

Perciò appuntamento dal 3 al 6 ottobre 2019, per scoprire insieme tutte le nuove tendenze del wedding.

L’evento è molto amato dai futuri sposi, che possono scoprire in fiera le tante proposte e novità delle oltre 300 aziende espositrici, per realizzare le proprie nozze da fiaba e su misura. Ci saranno, inoltre, 2000 brand delle merceologie dedicate al mondo delle nozze.

Parliamo della più grande e famosa manifestazione nazionale, giunta al suo 50° anniversario e con le firme più prestigiose del wedding, dove potrete trovare anche la beauty zone di Roma Sposa, che promette magiche trasformazioni da parte delle hair stylist e makeup artist presenti in rassegna, e tanti cooking show, i piatti tradizionali e di tendenza per scegliere il proprio menù per il giorno delle nozze!

Insomma, un’esperienza emozionante e utile, per organizzare il vostro giorno più bello come lo avete sempre sognato!

Per saperne di più: www.romasposa.it

Fascino vintage per le nozze fra Charlotte Casiraghi e Dimitri Rassam

La loro storia d’amore ha avuto inizio nel 2016, sebbene il fidanzamento ufficiale sia arrivato nel 2017, e la mattina di sabato 1 giugno, la secondogenita della principessa Carolina di Monaco, Charlotte Casiraghi (32 anni), e il produttore francese Dimitri Rassam (37), si sono detti il fatidico Sì a Montecarlo, con rito civile svoltosi nel salone del Palazzo Grimaldi. Presenti anche le cognate di Charlotte, Beatrice Borromeo e Tatiana Santo Domingo, con i rispettivi mariti, Pierre e Andrea, fratelli della sposa.

Palais Princier de Monaco

La cerimonia.

Una cerimonia intima, che ha visto la sposa indossare, non il classico abito bianco e neppure il velo nuziale, ma un semplice tubino corto di un chiarissimo grigio-oro, in pizzo a maniche lunghe, con scollo tondo e tre grandi fiocchi sulla parte anteriore. Ai piedi, eleganti scarpe a punta e con tacco alto, color ghiaccio. Lo sposo non ha rinunciato alla sua folta barba per le nozze e ha indossato un completo blu, con camicia bianca e cravatta azzurra.

IoDonna

Nonostante i malpensanti ipotizzassero un dietro front della bella e ribelle principessa, Dimitri e Charlotte sono convolati a nozze dopo che il matrimonio previsto per il 2018 era stato rimandato a causa della gravidanza della futura sposa, la quale 8 mesi fa ha dato alla luce il piccolo Balthazar. La nipote di Grace Kelly è già madre di un altro bambino, Raphaël, di 5 anni, avuto dall’ex compagno, l’attore Gad Elmaleh, ma anche Rassam è già padre di Darya, 7 anni, avuta nel 2001 dall’ex moglie Masha Novoselova, modella russa che ha sfilato anche per Victoria’s Secret.

Il party.

Dopo la cerimonia, un pranzo nei giardini del palazzo e come invitati gli amici più cari, da Bianca Brandolini D’Adda, a Eugénie Niarchos e Margherita Missoni, e, naturalmente i reali di Monaco. Charlotte ha tutto il fascino di una principessa, certo, ma è anche una sposa moderna e per questo, per le sue nozze con Dimitri, non poteva mancare, al calar del sole, un esclusivo party nei giardini della Villa La Vigie, la dimora di proprietà del compianto Karl Lagerfeld, da sempre molto amico di Charlotte e Carolina.

Arnold Jerocki/Getty Images

L’omaggio a nonna Grace Kelly.

Per l’occasione, la sposa ha indossato uno splendido abito bianco di Chanel senza spalline, dalle linee moderne e allo stesso tempo con un tocco vintage, quest’ultimo accentuato dall’acconciatura, un faux bob con piccole onde che dava l’idea di un sofisticato taglio corto, e dal favoloso collier di diamanti, prezioso lascito della nonna Gace Kelly. In realtà, tutto il look della sposa è stato un vero e proprio omaggio alla nonna Grace e la pettinatura, così chic ed elegante, è già tendenza per il prossimo anno, merito dell’hairstylist John Nollet, il preferito da star come Nicole Kidman e Monica Bellucci.

Alcuni dettagli.

Grazie alla giovane cugina della sposa, Camille Gottlieb (20 anni), le nozze hanno avuto anche una piccola svolta social: dalle Instagram Stories pubblicate da Camille, infatti, abbiamo appreso che ai circa 300 invitati sono stati serviti piatti stagionali e insalate, tè e torte all’arancia (e voci di corridoio parlano anche di pizza e gelato). Per concludere in bellezza la festa glamour, ma allo stesso tempo divertente e allegra, tuffo in piscina a sorpresa per lo sposo, spinto per scherzo dai fratelli di Charlotte, e poi tutti in pista, con la musica della band italiana, in stile anni Sessanta, Alessandro Ristori and The Portofinos.

Curiosità.

Pare che la coppia abbia affidato la lista di nozze allo staff della boutique Czarina. Secondo alcune indiscrezioni, gli sposi avrebbero scelto alcuni pezzi molto costosi e altri molto insoliti. Fra gli oggetti più cari, un secretary del 1880 da 140 mila euro e un servizio da tavola in porcellana della serie Tobacco Leaf, (foglia di tabacco) da 30 mila euro, mentre tra quelli più curiosi, una collezione di scatole portasigari, fra le quali una su cui è raffigurato il ritratto di Che Guevara. Ci sono, però, anche doni meno costosi come una cornice a forma di cuore da 315 euro, una serie di tritapepe da 240 euro, il portasale in argento a forma di rana da 365 euro e un portacandele di sughero da 30 euro.